iceberg

L’immagine dell’iceberg può essere perfetta per spiegare il successo

L’immagine dell’iceberg può essere perfetta per spiegare il successo.

Nella parte alta troviamo quello che la gente vede, mentre in basso quello che non vede.

Ovvio che la parte bassa non si vede. Perché non c’è altro. Non c’è base. Non c’è sostegno.

 

Quello che mostro in alto:

fare un corso on line

fare un altro corso on line

raccogliere i certificati dei corsi on line (inutile dire che più sono e meglio è). Su cosa poi siano questi corsi non è importante: l’importante è esibirli.

fare un corso su come postare certificati di corsi on line sui propri profili social

avere una foto dove parli al microfono

avere più foto in giacca a cravatta

avere foto al ristorante durante la pausa pranzo

dire agli altri quanto è importante il duro lavoro

dire che lavori anche il sabato e la domenica perché sei un top player

postare foto o condividere foto di altri top player come te all’alba o al tramonto o in macchina o davanti al cancello per far vedere quanto lavori

condividere compiaciuti post di altri top player come te che denigrano altri sui social

produrre quintalate di file excel e di presentazioni in power point

copiare frasi motivazionali ad cazzum

fingersi guru del settore

indossare la spilletta e le mutande loggate

leggere un libro. No non avete capito. Non un libro al giorno, o al mese. Un libro in tutta la vita.

parlare ossessivamente di quell’unico libro come della Verità

parlare sempre e solo di lavoro. Cioè del tuo lavoro. Cioè non saper sostenere un qualche discorso su film, libri, cultura generale, attualità … è un po’ grave, non trovi?

 

Sui social, dubita di tutto. Anche di te stessa/o.

Articolo creato 140

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto